IL CONVEGNO DIGITALE SULLA CULTURA DEL PULITO

FCSI Italia continua con la sua attività dando supporto e patrocinio a questo evento rivolto alle diverse figure professionali del mondo Food&Hospitaliti: Produttori di macchine, prodotti, attrezzature, servizi per il cleaning professionale, imprese di pulizia, dealer, titolari e responsabili di strutture sanitarie, strutture ricettive, pubblici esercizi, pest control manager e stakeholder del settore del cleaning professionale.

sara_di_palma_FCSI-ITALIA

Sara Di Palma

Sara Di Palma Chef consulente Contatti: Cell: +39 392 075 5460 Mail: dipalmasa@gmail.com PresentazionePresentazione Ho 39 anni, risiedo a La Spezia, domiciliata un po’ a Milano un po’ ovunque. Chef consulente, mi occupo principalmente di attrezzatura professionale per la ristorazione (in tutte le sue declinazioni), sono Corporate chef per Angelo Po. Lavoro metà del tempo…

alimentipiu_FCSI Italia

FCSI ITALIA PATROCINA Il primo convegno digitale di Scienza e Tecnologia alimentare

Dal 20 al 22 settembre 2022 i protagonisti del settore si incontrano per discutere dei temi cruciali e delle principali sfide che attendono il mondo della produzione alimentare. Un appuntamento fondamentale per professionisti, aziende e stakeholder, per confrontarsi sul futuro di un settore in continua evoluzione, con la partecipazione dei massimi esperti in ambito accademico, istituzionale e associativo.

benta_wiley_membro_professional_FCSI-ITALIA

Benta Wiley

Benta Wiley Co-Founder at BWBETWEEN COMMUNICATIONS AND DESIGN Contatti: Cell: +39 348 2803799 Mail: benta@bwbetween.com Web: www.oryoki.it PresentazionePresentazione Australian born and Milan trained. With an architectural honours’ degree from the Milan polytechnic specialising in interiors and industrial design. Benta gained her International PhD with the thesis: “Communication as a generator for the quality of design”…

Ristorazione 2022 – 9 e10 giugno. Il convegno del rilancio!

La crisi alimentare ed economica emersa con la pandemia ed aggravata dal recente conflitto in Ucraina, si sta già riversando anche nei paesi meno deboli, ma condizionati dalle forniture estere di materie prime e che pertanto non è più possibile isolarsi all’interno delle nostre economie per le quali la globalizzazione dei mercati significa acceso alle risorse necessarie per produrre, ma anche grandi opportunità commerciali.